⛓ Luigi è in prigione da più di un mese con la gravissima accusa di terrorismo. Da Palermo è stato trasferito al carcere speciale di Alessandria, lontano dai suoi cari e dalla famiglia.

☮️ Luigi è in prigione in via cautelare, senza alcun processo, per fatti avvenuti più di un anno fa, accusato di aver partecipato a un’azione contro la Leonardo Spa, l’industria di morte che fomenta la guerra e foraggia lo sterminio del popolo curdo e di quello palestinese. Un arresto a orologeria, per intimidire il movimento antimilitarista proprio ora che la minaccia di un conflitto su ampia scala si fa sempre più concreta.

👊 Luigi è un compagno altruista e generoso che conosciamo da anni da anni per via del suo impegno negli spazi sociali, nella difesa del territorio e nella diffusione dello sport popolare accessibile a tutti e tutte. Per questo continueremo a batterci per la sua liberazione.

🌺 LOTTARE PER LA LIBERTÀ DI LUIGI VUOL DIRE LOTTARE CONTRO L’ESCALATION MILITARE E CONTRO L’INDUSTRIA BELLICA CHE IMPOVERISCE E DEVASTA.

📢 Da Pisa a Palermo, sabotiamo la guerra. Luigi libero, tutt* liber*

Leggi anche:

Il comunicato della Palestra Popolare Palermo nei giorni successivi all’arresto

Appello per la liberazione di Luigi e coordinate bancarie fondo legale (ITA/ENG)

La lettera di Luigi dal carcere